INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA
> > > Utilizzo fitosanitari e rischi per la salute

Utilizzo fitosanitari e rischi per la salute

A cosa servono, dove si utilizzano e potenziali pericoli per la salute dei prodotti fitosanitari. Salvaguardia dell'ambiente mediante l'uso sostenibile

Comprendono sostanze a composizione chimica diversa e includono fungicidi, insetticidi e acaricidi, erbicidi, vari, biologici e trappole.

I fungicidi sono prodotti impiegati contro le malattie causate dai funghi.

Gli insetticidi sono prodotti idonei per la lotta contro gli insetti.

Gli erbicidi sono prodotti che agiscono direttamente sulle piante indesiderate o infestanti dalle prime fasi di sviluppo epigeo in poi; tra gli erbicidi si distinguono quelli selettivi costituiti da prodotti che eliminano alcune specie di piante, lasciando indenni altre.

Le trappole sono strumentazioni contenenti principi attivi, utilizzate sia per il monitoraggio sia per segnalare la riproduzione degli insetti dannosi alle colture. In base al principio attivo contenuto, si distinguono in trappole con sali di ammonio, trappole con feromoni e altri tipi di trappole.

I vari sono prodotti idonei contro determinate specie animali (roditori, molluschi, nematodi, eccetera) o impiegati come fumiganti, fitoregolatori e come sostanze coadiuvanti delle altre tipologie di prodotti fitosanitari.

L'uso più esteso di questi mezzi tecnici di protezione avviene sia in pieno campo, sia nella conservazione dei prodotti vegetali (frigoconservazione, ecc.) che, come fisiofarmaci, per influire sui processi vitali dei vegetali (fitoregolatori o biostimolanti) senza peraltro fungere da fertilizzanti.
I principi attivi presenti nei prodotti fitosanitari sono, per definizione, biologicamente attivi e costituiscono un potenziale rischio per la salute degli operatori e altri gruppi di popolazione esposti. Molte di queste sostanze possono avere effetti negativi anche su organismi che non sono il bersaglio diretto della loro azione e incidere negativamente sulla qualità dell'ambiente e quindi sulla salute umana.

Crescente è l'impegno a livello scientifico e normativo per definire un sistema di controllo mirato a ridurre i rischi derivanti dall'uso di questi prodotti, con l'obiettivo di uno sviluppo sostenibile che tenga conto delle esigenze di produzione e sviluppo tecnologico e delle necessarie garanzie di salvaguardia della salute delle persone e della protezione dell'ambiente.

Con la direttiva 91/414/CEE il processo autorizzativo dei prodotti fitosanitari, in precedenza basato essenzialmente sulla protezione della salute dell'uomo, ha recepito il concetto di rischio per l'ambiente e ha messo in atto una strategia di prevenzione a monte, imponendo per le nuove sostanze anche il rispetto di determinati requisiti ambientali. (ISPRA – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale).

Con la direttiva n. 2009/128/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 ottobre 2009 è stato istituito un quadro per l''azione comunitaria ai fini dell''utilizzo sostenibile dei pesticidi.

AVEPA - certificati validi patentini

Attraverso questo servizio è possibile consultare i certificati di abilitazione, rilasciati/rinnovati dalla Regione Veneto, in corso di validità. I dati sono aggiornati in tempo reale.

 Link esterno
Ultimo aggiornamento: 05/12/2018
Condividi questa pagina:
Contatti