Segnalazione Certificata Inizio Attività - SCIA

Segnalazione Certificata Inizio Attività - SCIA

Procedura inoltro S.C.I.A. per registrazione O.S.A. (Operatori del Settore Alimentare) art. 6 Regolamento (CE) 852/2004

Procedura di notifica: avviso per gli Operatori del Settore Alimentare (O.S.A.)

Il SIAN e il Servizio Veterinario dell’A.U.L.S.S. 9 Scaligera ricevono la Segnalazione Certificata Inizio Attività (S.C.I.A.), ai fini della registrazione o aggiornamento nell’anagrafe regionale di tutte le imprese che svolgono una qualsiasi delle attività di produzione, trasformazione, trasporto, stoccaggio, somministrazione e vendita di prodotti alimentari o a esse connesse (art. 6 Regolamento CE 852/2004), solo attraverso lo Sportello Unico Attività Produttive (S.U.A.P.) del Comune di riferimento, a mezzo piattaforma digitale www.impresainungiorno.gov.it (rif. D.P.R. 160/2010).

Le notifiche pervenute in difetto di tale procedura sono respinte e non producono alcun effetto giuridico.

  • tipologia di attività esclusiva di trasporto alimenti “conto terzi” (al trasporto si applicano i requisiti del capitolo V dell’allegato II del Reg. 852/2004), indicando il luogo in cui sono ricoverati i mezzi e in cui è possibile condurre il controllo ufficiale;
  • autospacci a servizio delle attività di vendita o somministrazione di alimenti e bevande in forma itinerante o su posteggio (si applicano i requisiti del capitolo III dell’Allegato II del Reg. 852/2004), per i quali deve essere indicato il luogo di ricovero e in cui è possibile effettuare il controllo ufficiale (barrare commercio ambulante);
  • banchi di vendita di alimenti e bevande (strutture mobili o temporanee cui si applicano i requisiti del capitolo III dell’Allegato II del Reg. 852/2004), per i quali va indicato lo stallo di posizionamento nell’ambito dei mercati e comunicati i giorni/periodi di operatività (barrare commercio ambulante);
  • padiglioni e chioschi (strutture mobili o temporanee cui si applicano i requisiti del capitolo dell’Allegato II del Reg. 852/2004) in cui l’O.S.A. effettua attività di ristorazione pubblica in maniera organizzata (e con continuità nell’attività di impresa) e per i quali va indicato il luogo o lo stallo di posizionamento e comunicati i giorni/periodi di operatività (barrare ristorazione pubblica in ambito manifestazioni temporanee).

L’aggiornamento della registrazione è necessario in caso di

Anche in questo caso è necessario inoltrare allo Sportello Unico Attività Produttive (S.U.A.P.) del Comune di riferimento, a mezzo piattaforma digitale www.impresainungiorno.gov.it, la notifica di aggiornamento della registrazione (nota regionale n. 349449 del 14.08.2017 - pdf 1,8Mb);

  • Modifiche strutturali o impiantistiche dello stabilimento;
  • Il/i mezzo/i di trasporto gestito/i nell’ambito dell’autocontrollo aziendale e il cui ricovero è ubicato nei pressi dello stabilimento, quando l’attività di trasporto è funzionale all’attività condotta nello stabilimento registrato/riconosciuto e i mezzi di trasporto vengono sottoposti al controllo ufficiale nello stabilimento; si ricorda che al trasporto di applicano i requisiti del capitolo IV dell’Allegato II del Reg. 852/2004;
  • Attività di manipolazione, preparazione, conservazione e distribuzione di alimenti da parte di privati (es. volontari, mamme, ecc) nell’ambito di una manifestazione temporanea, una festa, una riunione conviviale, una fiera, un’attività di beneficenza in cui gli alimenti sono preparati per l’occasione e su scala ridotta, in quanto non si applica il regolamento CE 852/2004

NON è necessario effettuare la S.C.I.A. e allegare la notifica per l’AULSS, ma è sufifciente richiamare la precedente notifica/S.C:I.A. nella comunicazione inviata al Comune attraverso il S.U.A.P, se:

  • già inoltrata notifica ai fini della registrazione all’AULSS;
  • non siano intervenuti cambiamenti rispetto alla notifica già effettuata;
  • l’O.S.A. sia tenuto a comunicare ad altre amministrazioni, per il tramite del S.U.A.P., date di inizio e fine della manifestazione.

Per le attività per cui è presente e consultabile un database istituzionale in cui siano contenute tutte le informazioni riportate nella notifica, per esempio nel caso dei produttori primari – imprenditori agricoli che presentano fascicoli presso AVEPA, allevamenti già inseriti nella rispettiva anagrafe regionale, fattorie didattiche e B&B inseriti negli elenchi istituzionali regionali NON è necessario che l’O.S.A. proceda con la notifica se non per tenere aggiornata l’AULSS rispetto alle diverse possibili attività previste nella notifica.

Per SUAP del Comune di riferimento si intende quello:

  • dove è ubicata la sede operativa dell’attività svolta in sede fissa;
  • dove ha sede legale l’attività con sede non fissa (ambulanti, mezzi di trasporto, distributori automatici, ecc.);
  • dove hanno sede gli uffici in cui sono conservati i documenti commerciali solo per le attività di intermediazione (link a pdf 0,1Mb).

Nell’ambito delle azioni previste dall’Agenda per la semplificazione 2015-17, approvata dal consiglio dei Ministri del 1 dicembre 2014, è stato introdotto il regime amministrativo dei moduli unificati e standardizzati che cittadini, professionaisti o imprese interessati devono trasmettere alla pubblica amministrazione per adempiere a comunicazioni, segnalazioni, istanze inerenti in particolare gli ambiti propri delle attività produttive e la materia edilizia.

Con l’approvazione della modulistica standardizzata da presentare attraverso il S.U.A.P. sono stati ridefiniti e semplificati anche gli adempimenti attinenti alla notifica, pertanto tutti gli altri adempimenti precedentemente previsti per l’O.S.A. in ordine alla registrazione in base alle disposizioni regionali di cui alla DGR n. 3710/2007, quali modifiche strutturali o impiantistiche dei locali, dati relativi alle unità mobili di trasporto funzionali a uno stabilimento già registrato, non devono essere effettuati.

Il modello di notifica ai fini della registrazione è unico a livello nazionale e, nell’ottica della semplificazione amministrativa, non è previsto a corredo dello stesso alcuna ulteriore documentazione, quali planimetrie, asseverazioni, relazioni tecniche e schede dati produttivi, che invece erano previste dalla dgr 3710/2007.

Le S.C.I.A. correttamente presentate al SUAP del Comune di riferimento vengono inoltrate anche al S.I.A.N. AULSS 9 Scaligera per la registrazione ai sensi dell’art. 6 Reg. (CE) 852/2004;

Le responsabilità legali connesse al rilascio di autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive sono a carico dell’O.S.A. dichiarante. Pertanto è estremamente importante compilare la S.C.I.A. in maniera completa e corretta, nella consapevolezza del fatto che le dichiarazioni mendaci comportano la denuncia all’autorità giudiziaria, con possibili conseguenze penali a carico dello stesso dichiarante.

Lo svolgimento dell’attività in maniera difforme da quanto dichiarato e in contrasto con le disposizioni normative vigenti può comportare l’adozione di provvedimenti sanzionatori e inibitori (sanzioni pecuniarie, ordini di adeguamento/conformazione e, nei casi più gravi, divieto di prosecuzione dell’attività con relativa chiusura).

Qualora, nell'esercizio dell'attività, l’autorità competente in materia di igiene degli alimenti accerti la mancata conformità ai requisiti previsti dal Regolamento (CE) 852/2004 saranno adottati i conseguenti provvedimenti cautelativi a tutela della salute e sanzionatori come previsto dalla specifica normativa in materia di igiene alimenti (rif. Regolamento (CE) 882/2004 e D.Lgs. 193/2007).

La ricevuta di inoltro telematico attraverso il S.U.A.P. costituisce titolo abilitativo per l’avvio immediato dell’attività ai sensi dell’art. 5, commi 4 e 6 del D.P.R. n. 160/2010; essa viene quindi generata e inviata automaticamente dalla piattaforma telematica al termine del percorso di compilazione “guidato” compiuto dall’utente. Tale documentazione dovrà essere conservata dall’O.S.A. ai fini della dimostrazione agli organi di controllo dell’avvenuta notifica.

La registrazione dell’attività è soggetta al versamento della tariffa prevista dal Tariffario Unico Regionale (revisionato dalla Regione Veneto con deliberazione n. 1251 del 28/09/2015).

Una volta ricevuta l’istanza, verrà inviato all’indirizzo indicato un avviso con bollettino MAV pagabile attraverso qualsiasi sportello bancario o ufficio postale.

Nella compilazione della pratica SUAP va allegata una nota in cui l'Operatore del Settore Alimentare dichiara che per il pagamento attende l'invio del bollettino MAV da parte del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione dell'Azienda Ulss 9 Scaligera.

  • Accordo tra Governo, Regioni ed Enti locali del 4 maggio 2017 e integrazione del 6 luglio 2017
  • D.P.R. n.160/2010
  • Regolamento (CE) 852/2004
  • Regolamento (CE) 882/2004
  • D.P.R. 445/2000
  • D.Lgs. 193/2007

Altre informazioni riguardo i requisiti strutturali si trovano nella sezione "Linee guida esercizi con somministrazione di alimenti"

Indicazioni operative

Iter procedurale compilazione ed inoltro notifiche sanitarie ai fini della registrazione degli Operatori del Settore Alimentare art. 6 del Reg. Ce 852/04

Gestione dei procedimenti ordinari in impresainungiorno

SUAP Comune di Verona: il nuovo “regime” amministrativo dopo la riforma del sistema

SUAP Camera di Commercio di Verona

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive, è previsto dal DPR160/2010 ed è istituito presso i Comuni come ente distinto rispetto ad essi, quale unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attività produttive e prestazioni di servizi.

Contenuti

I contenuti dell'argomento SCIA

Domande Frequenti

Tutte le risposte sul tema SCIA

Modulistica

modulistica SCIA

Potrebbe interessare

Sedi

Gli uffici ed i riferimenti per raggiungerci

Direttore

Informazioni sul Direttore SIAN

Personale

Il personale che lavora presso il SIAN

Newsletter

Ricevi comodamente sulla tua email le novità riguardanti l'alimentazione e l'igiene degli alimenti