INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA
> > > Reti di monitoraggio

Reti di monitoraggio

Rete di monitoraggio e controlli sanitari sull’acqua


In particolare è il Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione (SIAN) che ha il compito di tutelare la salute pubblica garantendo la qualità delle acque mediante l'applicazione e il rispetto delle normative sanitarie specifiche.

L'attività di controllo dell'Ulss sulle acque si svolge attraverso la collaborazione con i Comuni, i gestori degli acquedotti, l'Autorità d'Ambito Territoriale Ottimale (AATO) e i privati che ancora non hanno possibilità di essere serviti dalla rete acquedottistica.

L'AATO e l'Ente gestore nella propria programmazione si adoperano per raggiungere l'obiettivo che tutta la popolazione sia servita da acquedotto.

La Società Acque Veronesi è gestore del servizio idrico integrato nel territorio dei Comuni dell'Area Veronese (deliberazione AATO n. 1 del 4 febbraio 2006).

Il progressivo passaggio della gestione di piccole realtà acquedottistiche ad Acque Veronesi ne ha facilitato la mappatura, il controllo e la manutenzione degli impianti con un miglioramento dei flussi informativi nell'analisi dei pericoli e nell'adozione di misure preventive e, in caso di non conformità, di interventi correttivi.

Nel restante territorio, la fornitura di acqua per il consumo umano è stata garantita anche da altri gestori oppure è attinta da pozzi privati.
Tabella forniture (.pdf) 0,1 Mb

A Verona l'acqua è generalmente fornita attraverso la rete acquedottistica senza necessità di clorazione, con eccezione solo per i tratti in manutenzione straordinaria e solo per il tempo necessario a garantirne la sicurezza batteriologica.

Consumi di acqua m3/anno – anno 2009 (Rif.: Acque Veronesi)

Comune o zona Consumo m3
Verona 40.266.190
Lessinia 3.584.828
Grezzana 2.045.983
Tregnago 357.950
Badia Calavena 478.482
S. Giovanni Ilarione 313.542
Vestenanova 149.553
Cazzano di Tramigna 174.405
Montecchia di Crosara 470.250
Monteforte 943.422
Roncà 361.309
S. Bonifacio 1.999.801
Soave 845.464
Buttapietra 672.704
S. Giovanni Lupatoto 3.805.920
S. Martino B.A. 2.302.312
Arcole, Veronella, Zimella, Albaredo,
Cologna Veneta, Pressana, Roveredo di Guà,
(Bonavigo, Minerbe, Legnago, Boschi S. Anna, Bevilacqua, Terrazzo)

Maggiore attenzione va alle persone che bevono acqua non controllata da pozzi privati, attinta spesso da falde superficiali.

Il SIAN controlla poi gli Enti gestori affinché la fornitura di acqua al consumo umano avvenga nel rispetto dei parametri di sicurezza previsti dalla normativa. Il controllo ufficiale si somma così al controllo interno degli Enti gestori garantendo la tempestiva individuazione di situazioni di rischio per la salute con una valutazione completa della qualità dell'acqua.

Richiesta analisi acque

Tabella dei limiti chimici e batteriologici di riferimento per le acque destinate al consumo umano

Scarica (.pdf) 0,1 Mb
Ultimo aggiornamento: 05/12/2018
Condividi questa pagina:
Contatti